RSS

18 Jan

Incontri con parole e immagini. Editoria


Il cardillo addolorato 
di Anna Maria Ortese

spunti per riscoprire una grande del Novecento

 “Se un Cardillo dovesse chiedere di me, eh bien… fatelo pure passare”. Tornato nel suo palazzo a Liegi, il principe Ingmar Neville si dispone all’attesa: il Mistero ha sollecitato il suo cuore. E non si tratta di un “cuore di donna”, ma, lo aveva corretto il Guantaio, “il cuore stesso della Natura.” Ingmar era partito per un “lieto viaggio” con gli amici nella ridente Napoli. Non sapeva che ne sarebbe tornato senza Albert e con un “Cardillo” nel cuore.

Al “Lettore silenzioso nascosto nel cuore dei rumorosi tempi moderni…, Lettore paziente… fornito di una sua antenna privata per raccogliere il silenzio glaciale dell’Universo” (p. 391) il romanzo di Anna Maria Ortese non tarda a rivelarsi interpretazione magistrale dello spirito tragico del Novecento, ancor più doloroso della tragicità classica, nel conflitto tra l’asserzione del nulla, la negazione…

View original post 8,723 more words

Advertisements
 
Leave a comment

Posted by on January 18, 2013 in Uncategorized

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

 
%d bloggers like this: