RSS

Tag Archives: Narrativa. Trilogia.

Quella notte sull’isola

  1. Un notte come tante    Gloria Gaetano
  2. Tutto era silenzio, le porte e finestre Le Chiuse. E lei era lì, immobile e vieni Severa, Concentrata al massimo Davanti alla Tastiera Che l’attendeva. Scrivere un inizio, e continuo per un poco, quasi macchinalmente, stordita da Una furia vibrante, Che Però non compariva all’esterno in alcun Modo: chiunque Avessé potuto vederla-ma in tal quale Momento Nessuno la vedeva – avrebbe Visto Una persona calma

    , Fin Troppo calma, quasi asettica, imperturbabile.Proprio Nel Momento in CUI Stava per apportare dei cambiamenti-Lievi ma essenziali cambiamenti al testo-do CUI Stava lavorando, nel silenzio compatto della strofa chiusa Vibro, stordendola venire fossato ONU pensiero molesto, lo squillo del telefono. Lo lascio squillare per Un po ‘, nonostante fossato posizionato Vicino A lei. Prese Infine con delle Nazioni Unite Gesto estenuato – ONU Lungo Gesto estenuato Come se l’Azione Che Stava per tariffa (un Atto Così Semplice, cosi tremendamente Semplice e banale, e facile, e determinato da Muscoli involontari) Fosse sottoposta ad Una suddivisione infinitesimale in Milioni di Piccoli spostamenti millimetrici – Prese la cornetta, e rispose con tono di voce delle Nazioni Unite leggermente Impastato, in fondo l ‘ora era piuttosto tarda, e lei era stanca …

Advertisements
 
1 Comment

Posted by on November 29, 2012 in Uncategorized

 

Tags: